La qualità certificata degli impianti GWS

12 ottobre 2017

La commercializzazione di impianti a norma di legge costituisce per GWS un dovere nei confronti del consumatore ancor prima di un obbligo legale.
Per questa ragione abbiamo posto da sempre particolare attenzione all’aggiornamento normativo nel settore trattamento acque destinate al consumo umano, sottoponendo regolarmente i nostri impianti ai necessari test di sicurezza e funzionalità.

Come tutti i materiali che vengono in contatto con prodotti alimentari, anche quelli che compongono impianti destinati al trattamento acque potabili devono rispondere a precisi requisiti di sicurezza in termini di rilascio di componenti.
I requisiti richiesti dalla legge sono finalizzati ad evitare l’alterazione dell’acqua dal punto di vista organolettico, fisico, chimico e batteriologico, agendo quindi a tutela del consumatore in favore di un’acqua buona e sicura.

L’insieme dei requisiti da soddisfare è raccolto nel DM 6 aprile 2004, n.174, che viene definito come:

“Regolamento concernente i materiali e gli oggetti che possono essere utilizzati negli impianti fissi di captazione, trattamento, adduzione e distribuzione delle acque destinate al consumo umano

Si sottolinea che tale regolamento riguarda materiali, oggetti e relativi prodotti di assemblaggio (gomiti, valvole di intercettazione, guarnizioni, ecc…) che compongono gli impianti.

Le prove di cessione richieste dal DM 174/2004 sugli impianti GWS sono state effettuate presso il laboratorio esterno certificato Accredia, che si è occupato di verificare la migrazione globale e specifica in acqua delle sostanze previste, rilasciando infine le certificazioni richieste dalla legge.

La dichiarazione di conformità dei nostri impianti al DM 174/2004 dimostra che tutte i componenti degli stessi sono sicuri e non alterano la qualità dell’acqua al contatto.

Questo significa, ad esempio, che nei nostri impianti per la disinfezione UV l’acciaio inossidabile del corpo, le guaine in quarzo e le guarnizioni sono conformi ai requisiti stabiliti dalla legge, e che nei nostri filtri pre-coat Water Pro tutti i connettori, reti, tubi, o-ring e valvole costituiti da differenti materiali plastici possono entrare a contatto con l’acqua in totale sicurezza.

Rendiamo disponibile il Rapporto di Prova riguardante il test di migrazione globale effettuato sui filtri Water Pro IN, con relativa Dichiarazione di Conformità.

Altre informazioni circa la certificazione degli impianti sono disponibili su richiesta, a questo link la gamma dei nostri filtri Water Pro Inline